E se ritornassimo a Cartesio?

Tra le mille ipotesi, una cosa è certa: la società di oggi – così come la viviamo, la pensiamo o anche solo la ipotizziamo – ci introduce nell’area del “se”, del “ma”, del “forse”.

E’ il probabile il luogo più certo della vita.

La liquidità di Baumann e la trasparenza di Vattimo sono ancora ben radicate e non certo superate. Il dubbio alberga nelle anse più solide di ogni strato sociale e nelle pieghe private delle menti, siano esse giovani ed agili che adulte, ben consapevoli ma un poco attardate. Occorre che il dubbio e il metodo dell’errore consapevole non rimangono sul precipizio dello spaesamento.

Partiamo allora da una certezza, quasi un assioma.
Partiamo da lontano, anzi lontanissimo: partiamo da Cartesio.

E come diceva Cartesio: se l’unica cosa certa è il dubbio, dunque…

Lesperienza filosofica del pensiero: il valore del dubbio
Cogito ego sum, o meglio esisto perché penso.


LEGGI TUTTO