“Testamentum”, il patto con Dio.

La Bibbia è il libro Sacro della tradizione ebraica e cristiana. Il nome viene dal greco “ta biblìa” e significa “i libri”; essa è composta di molti libri diversi per lingua, contenuti, data, luogo di composizione.

La Bibbia cristiana è suddivisa in due parti che vengono chiamate rispettivamente “Antico” e “Nuovo Testamento”. Questa denominazione primo e secondo testamento viene preferita da coloro che vedono nel termine “antico” una sfumatura spregiativa, inoltre viene usata per sottolineare la continuità e la validità dell’alleanza. Tuttavia il termine “antico” e “nuovo” erano già in uso presso i primi cristiani con il senso di “antico e nuovo patto” (cfr. 2Cor 3,6.14)

Fonte Bibbia CEI 2008


6il quale anche ci ha resi capaci di essere ministri di una nuova alleanza, non della lettera, ma dello Spirito; perché la lettera uccide, lo Spirito invece dà vita.
7Se il ministero della morte, inciso in lettere su pietre, fu avvolto di gloria al punto che i figli d’Israele non potevano fissare il volto di Mosè a causa dello splendore effimero del suo volto, 8quanto più sarà glorioso il ministero dello Spirito? 9Se già il ministero che porta alla condanna fu glorioso, molto di più abbonda di gloria il ministero che porta alla giustizia. 10Anzi, ciò che fu glorioso sotto quell’aspetto, non lo è più, a causa di questa gloria incomparabile. 11Se dunque ciò che era effimero fu glorioso, molto più lo sarà ciò che è duraturo.
12Forti di tale speranza, ci comportiamo con molta franchezza 13e non facciamo come Mosè che poneva un velo sul suo volto, perché i figli d’Israele non vedessero la fine di ciò che era solo effimero. 14 Ma le loro menti furono indurite; infatti fino ad oggi quel medesimo velo rimane, non rimosso, quando si legge l’Antico Testamento, perché è in Cristo che esso viene eliminato.

Il titolo testamento si è imposto a partire dalla più antica versione latina del testo biblico che traduce con testamentum il termine ebraico beerit, “patto”; la versione greca, nella maggior parte delle occorrenze, traduce beerit con diathēke termine che indica un’alleanza, ma anche una disposizione, un ordinamento che richiede adesione alla volontà.

La tua filosofia di vita
può essere uno spunto di riflessione per tanti, condividila.


    Aiutaci a prevenire lo spam rispondendo alla domanda in numero