Quando cartoni e giocattoli sono inclusivi

Rex, cucciolo dotato di una sedia a rotelle per le zampe posteriori, è l’ultimo di una serie di cartoni animati e giocattoli inclusivi, che legano disabilità e infanzia

Rex è un cagnolino dall’incontenibile simpatia, vive a Dino Land, in una valle segreta chiamata “Radura dei Dinosauri”, e ha la capacità di parlare con questi animali preistorici. E’ lui il protagonista dei nuovi episodi “Paw Patrol Dino Rescue”, la vivace squadra di cuccioli a quattro zampe, super amati dai bambini di tutto il mondo. Rex è dotato di una sedia a rotelle per le zampe posteriori, che lo aiuta negli spostamenti, rendendolo autonomo e in grado di interagire alla pari con gli altri amici.

Valori come diversità e inclusione entrano così a far parte della fortunata serie, da cui sono nati anche i personaggi giocattolo e che in estate arriverà sul grande schermo con il film “Paw Patrol the Movie”. Un’attenzione alla disabilità che vuole accompagnare i più piccoli nella crescita personale: “Per i bambini l’inclusione è un vissuto naturale, ma è un valore che va costantemente alimentato e tradotto nel loro linguaggio, come tutto il resto. Mostrare e raccontare la diversità li aiuta a connettersi e identificarsi con i personaggi, accrescendo la loro connaturata apertura mentale”, commenta Cecilia Padula, Senior Director Kids South Hub di ViacomCBS. La multinazionale dei media ha sviluppato la policy aziendale “No Diversity No Commission” per portare sempre più inclusività nei contenuti e nello storytelling dei propri brand e prodotti. “E’ nostra responsabilità garantire che i contenuti riflettano il mondo in cui vive il pubblico, soprattutto i più piccoli”.


LEGGI TUTTO

La tua filosofia di vita
può essere uno spunto di riflessione per tanti, condividila.


    Aiutaci a prevenire lo spam rispondendo alla domanda in numero